RECENSIONE LIBRO: L'Ago di Cibele


📚   Editore Italiano: @bakemono_lab Volume: 1 ( concluso )            𝐓𝐑𝐀𝐌𝐀: Roma, 2018. La città è battuta da un violento temporale primaverile. Gabriele, giornalista ed ex alcolizzato, torna a casa dopo una serata di svago. Laura, la sua compagna, non c’è. Non tornerà quella notte. Né quella successiva. La donna è sparita senza portare con sé le sue medicine. L’uomo teme subito il peggio e inizia una personale indagine, scavando nella vita della fidanzata alla ricerca di un dettaglio che possa indirizzarlo sulla giusta pista. Troverà invece Francesco, un investigatore privato dall’animo dannato, dedito ai vizi ma con un grande intuito. Insieme affonderanno in una storia torbida come le acque del fiume Almone, che nelle notti senza luna custodisce antichi segreti nel Parco della Caffarella. Dopo secoli di silenzio e oblio Gabriele e Francesco scoprono che qualcuno ha ripreso a versare sangue nelle acque del fiume e che gli antichi riti pagani non sono mai morti davvero. Trovare Laura diventa una corsa contro il tempo, ma c’è anche un altro problema: l’ago di Cibele non deve cadere nelle mani sbagliate.          𝐂𝐎𝐒𝐀 𝐍𝐄 𝐏𝐄𝐍𝐒𝐎: Buon pomeriggio lettori del mio cuore e buon 25 Aprile! Come state? Spero bene ♥️ Questa domenica voglio parlarvi dell'ultima opera tra le mie collaborazioni con Bakemono Lab, una casa editrice che propone testi con i fiocchi e i contrafiocchi! Me ne sono totalmente innamorata. La nostra storia ci riporta a Roma, una città che conosco molto bene e che adoro tantissimo. Siamo nell'anno 2018 e il nostro protagonista è il giornalista Gabriele che di certo nella sua vita non ne ha sempre combinate di buone: ex alcolizzato, dopo aver passato una serata brava torna a casa e non trova più Laura, la sua compagna. Detta così vi direte: se l'è meritato! E invece è tutto molto più complesso di come sembra: Laura non torna più a casa ma non ha neppure portato con sé le sue medicine, le uniche che non avrebbe mai lasciato indietro. Preso dal panico, Gabriele inizia a contattare chiunque fin quando non gli viene detto che hanno visto Laura in compagnia di un altro uomo, poco tempo prima. Ma Gabriele non crede che il probabile tradimento sia l'unica risposta alla sua sparizione e sulla sua strada arriverà Francesco, un investigatore privato che seppur abbia tanti difetti, è dotato di un intuito che può essere utile. Durante le loro indagini, i due scopriranno però, qualcosa di davvero sconvolgente: qualcuno ha ripreso a versare sangue nelle acque del fiume Almone e a quel punto... mica posso dirvi tutto! Gabriele ammetto che non è nelle mie simpatie ma a parte questo piccolo dettaglio, devo ammettere che la storia mi è piaciuta tantissimo. Un giallo all'italiana fatto davvero con maestria, che mi ha spinta ad incuriosirmi sempre di più sulle vicende, sino a desiderare di concludere presto il libro per leggerne la fine. Ho adorato anche le descrizioni della città che, sono sicura non sia solo perché la conosco, erano così perfette da sembrare di essere in compagnia dei personaggi nel percorrere quelle strade. Assolutamente consigliato! Il mio voto⭐⭐⭐⭐/5. Grazie a @bakemono_lab per l'opportunità. Spero di avervi incuriosito almeno un po'. Alla prossima! ❤️ Vi ricordo che trovate la recensione completa anche su Instagram e su Facebook. Articolo di Sabrina Pennacchio